Ideona

Ideona

Rosmarino – Quali Sono le Caratteristiche

Il rosmarino è una delle erbe aromatiche più antiche ed è considerato da sempre un prodotto sacro le cui virtù erano note anche a Greci ed Egizi. Bello a vedersi, profumato e utile per insaporire numerosi piatti, diffuse, possiede anche numerose proprietà curative. Il suo uso in gastronomia è prevalente su quello medicamentoso, ma rappresenta un ottimo rimedio per facilitare la digestione dei cibi pesanti consentendo di ridurre anche l’uso del sale.

Possiede inoltre proprietà antisettiche, è efficace in caso di stati febbrili e influenzali ed è un calmante naturale per l’apparato respiratorio.

Per quanto riguarda la digestione facilita la produzione della bile e facilita le funzioni digestive e, consumato sottoforma di infuso o decotto agisce in maniera benefica sulle ossa. A proposito di disturbi legati alla digestione. Prodotti presenti in natura, come appunto il rosmarino, possono aiutarci a risolvere un disturbo legato alla pesantezza. La causa è il ristagno di cibo nello stomaco al di là del tempo previsto: tale prolungata permanenza genera fermentazione e produzione di sostanze tossiche che provocano disturbi a distanza, ad esempio il mal di testa, mentre il prolungato afflusso di sangue fa sì che lo stesso venga meno all’irrorazione cerebrale e di qui la mancanza di concentrazione e la sonnolenza. Il ristagno come lo abbiamo descritto può essere una causa in sé ed in tal caso può derivare dalla scarsa forza di contrazione dei muscoli dello stomaco, mentre in certi casi può derivare da cause patologiche gastriche e di altri organi (gastriti, ulcere, problemi biliari, insufficienza renale, insufficienza cardiaca, uso di alcuni farmaci, ecc.)

Alcuni rimedi tradizionali non sono in realtà consigliabili per la temporaneità degli effetti oltre che perchè talvolta controproducenti: è il caso del bicarbonato di sodio, di rapida ma fugace azione ma “in compenso” nocivo per chi soffre di pressione alta o è in gravidanza, e delle bevande gassate, che facilitano la distensione dello stomaco che invece è conseguenza del ristagno e contribuisce a peggiorarlo. Anche in questo campo ci aiutano una corretta alimentazione e un sano stile di vita: è infatti nozione comune come il pasto ricco di grassi provochi un rallentamento dello svuotamento dello stomaco, mentre il coricarsi subito dopo predispone a quello ed al reflusso di cibo nell’esofago. L’insieme delle due condizioni è deleterio!”.

Torna in alto