Ideona

Ideona

Come Dimagrire con il Fitwalking

Risulta essere risaputo che camminare faccia bene alla forma fisica e alla mente, ma esiste un modo per aumentare i benefici della camminata portandoli ad un livello superiore e senza necessariamente avere chissà quale preparazione, il “fitwalking”.
Il fitwalking o camminata veloce è l’evoluzione sportiva della camminata, non è altro che una marcia con andatura veloce che nasce nel 2001 grazie ai fratelli Damilano che apportano delle modifiche al “power walking” nato negli stati uniti.
Praticare il fitwalking apporta parecchi vantaggi e benefici. Tra i tanti si possono ricordare il miglioramento della capacità cardiocircolatoria, la tonificazione muscolare e la perdita del peso in eccesso. Inoltre permette di acquistare elasticità e mobilità rendendo più agili e liberi da tensioni muscolari, quindi tiene in allenamento tutto il fisico sopratutto glutei e cosce senza però stressarli. Ridona elasticità e mobilità agli arti ed infine risulta essere anche un buon modo per alleviare lo stress accumulato durante la giornata.
Questo sport, può essere praticato ovunque si voglia, per strada o in un parco, in palestra sul tapis roulant e addirittura su terreni scoscesi o sentieri in montagna o collina attraverso l’uso di bacchette (fitwalking cross).
Per monitorare e registrare l’attività fisica fatta mentre si cammina si pensare pensare di acquistare un braccialetto fitness, in grado di essere collegato a uno smarthphone o computer, in modo da dare tener sotto controllo il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Gli aspetti da tenere in considerazione per una buona riuscita del “Fitwalking” sono
-La velocità. L’andatura deve essere più veloce di una normale camminata, circa 7-9 km/h ed il passo deve essere bilanciato in base al fisico del soggetto, quindi né passi troppo lunghi né troppo corti.
-Le scarpe per camminata veloce. Accessorio di base per la camminata, le scarpe per il fitwalking sono simili alle scarpe da corsa ma con delle leggere differenze; la consistenza della gomma deve essere dura, il tacco deve essere leggermente smussato per facilitare l’impatto del tallone con il terreno e la suola deve essere bassa.
-Le braccia. Come in tutti i tipi di corsa, le braccia sono un fondamentale aiuto per l’impulso e l’equilibrio. Quindi bisogna tenerle piegate a 90° facendole oscillare avanti e dietro contrapponendole alle gambe (gamba destra – braccio sinistro, gamba sinistra – braccio destro).
-Le spalle. Assecondano il movimento delle braccia, è importante non piegarle in avanti o indietro ma mantenerle ben dritte insieme al busto.
-I piedi. Molto importante è il movimento da effettuare con i piedi, il contatto con il suolo deve avvenire con il tallone per poi poggiare l’intera pianta ed effettuare una spinta vigorosa fino alla punta delle dita.
-Le gambe. Il movimento delle gambe deve essere in simbiosi con le braccia ed il tronco.
-Le anche e il tronco. Una buona azione del bacino tonifica i muscoli laterali del tronco e il girovita con indubbi vantaggi anche di tipo estetico.

Dimagrire praticando la camminata veloce
La camminata veloce aumenta la circolazione del sangue e da una capacità maggiore ad espellere le tossine che lo infestano. Inoltre è utile per dimagrire in quanto incrementa il metabolismo.
Una cosa importante da fare è quella di abbinare una regolare alimentazione al fitwalking, eliminando i cibi grassi e consumando frutta e verdura a volontà, carni magre e pesce.
Risulta essere importante creare un programma ben delineato di allenamento in quanto può dare lo stimolo a perseverare nell’obiettivo finale di dimagrire camminando. Ad ogni modo è opportuno pianificare le giornate per svolgere la camminata veloce, con la durata prevista e gli esercizi di stretching di cui abbiamo parlato prima.
Si consiglia di tanto in tanto di cambiare la location per diversificare l’allenamento. Se possibile è meglio privilegiare luoghi verdi o andare in mezzo alla natura in presenza di pendenze e il dislivelli sopratutto per fare sforzi maggiori.

Si può inoltre considerare di correre su un terreno non regolare o frastagliato (può anche essere un prato d’erba o nel sottobosco) per accentuare la fatica e la difficoltà a mantenere l’equilibrio.
Il fitwalking, rappresenta infine un’ottima attività sportiva sia per coloro che intendono avvicinarsi all’attività fisica partendo da una condizione di sedentarietà, sia per chi è interessato ad aumentare le proprie capacità fisiche. È un’attività fisica molto utile che chi vuole dimagrire camminando e che si adatta a tutti. Non ha controindicazioni, si può praticare da soli o in compagnia, magari conversando o ammirando il paesaggio che ci circonda.

Torna in alto